Re della Sabbia

Nella raccolta “I Re di Sabbia”, edito nel 2007 da Mondadori, troviamo già diversi errori di traduzione nel racconto “Re della Sabbia”, in inglese “Sandkings” (copyright 1979 by Omni International, Ltd. From “Omni”, August 1979).

Il racconto inizia a pagina 67 della raccolta.
A seguire, gli errori che ho ritenuto degni di nota:

Life Forms diventa “formedivita”, tutto attaccato, senza alcun motivo apparente:

A pagina 68 e seguenti:
invece di utilizzare il termine di uso comune in italiano “forme di vita” queste tre parole vengono ripetutamente scritte tutte attaccate “formedivita”, sia nell’insegna commerciale (dove la cosa può apparire giustificata, anche se non presente nell’originale):

WO. AND. SHADE. IMPORTERS. ARTIFACTS. ART. LIFE FORMS. AND. MISC.
WO.E.OMBRA.IMPORTATORI.MANUFATTI.ARTE.FORMEDIVITA.E.MISC.

Come si vede dengono omessi tutti gli spazi, per cui non è strana la contrazione di “forme di vita”.
Il problema è che nelle due pagine seguenti il termine “formedivita”, tutto attaccato, si ripresenta più volte nella conversazione, senza che l’autore nell’originale abbia mai scritto le due parole “life forms” senza separarle da uno spazio.

“No,” Kress said. “I own all the crystal carvings I desire. I came to see about a pet.”
“A life form?”
“No, ho già tutte le sculture di cristallo che desidero, rispose Kress “Sto cercando un animale domestico”
“Una formadivita?”

“No,” Wo replied. “A much more complex life form. More intelligent as well. Smarter than your
shambler by a considerable amount. They are called sandkings.”

“No” rispose Wo. “Una formadivita molto più complessa, e più intelligente. Molto più svegli del suo shambler. Sono chiamati re della sabbia”

Una frase perde del tutto il suo significato:

Pag 87,

And she whirled, impossibly, the sword in her, and swung with her last strength
Ruotò in modo assurdo la spada dentro di sé, e con le ultime forze si scagliò contro la vasca.

Come traduzione letterale andrebbe bene, ma sono abbastanza convinta che il significato corretto della frase, giudicando dal contesto è
“E lei roteò su se stessa, con la spada ancora dentro di se, in una maniera che sembrava impossibile e con le ultime forze si scagliò contro la vasca.”

“Ankle”, ovvero “caviglia”, diventa per assonanza “anca”:

Pag 97.
Satisfied, the second flamer turned back to the castle, took
another step forward, and recoiled as his foot broke through the
ground and vanished up to the ankle.
Soddisfatto, il collega si voltò di nuovo verso il castello e avanzò di un altro passo, ma si blocco pieno di terrore quando sentì il suo piede sprofondare e svanire fino all’anca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: