13 dicembre 2009

Sound of Silence

Posted in Musica tagged a 3:46 pm di kreaton

A dimostrazione del fatto che questo blog non è pensato solamente per qualche racconto scritto anni fa, volevo dedicare questo post a una canzone bellissima ed attuale, “The Sound of Silence” di Simon & Garfunkel.

Questa canzone, uscita per la prima volta nel 1965, rimane uno dei classici più noti anche a chi non conosce nulla della musica di quegli anni, soprattutto grazie all’inclusione in molti film (“Il Laureato”, “Bobby”, “Watchmen” fra gli altri).

Testo:
Hello darkness, my old friend
I’ve come to talk with you again
Because a vision softly creeping
Left its seeds while I was sleeping
And the vision that was planted in my brain
Still remains
Within the sound of silence.

In restless dreams I walked alone
Narrow streets of cobblestone
‘Neath the halo of a street lamp
I turned my collar to the cold and damp
When my eyes were stabbed by the flash of a neon light
That split the night
And touched the sound of silence.

And in the naked light I saw
Ten thousand people, maybe more
People talking without speaking
People hearing without listening
People writing songs that voices never share
And no one dare
Disturb the sound of silence

“Fools” said I, “You do not know
Silence like a cancer grows
Hear my words that I might teach you
Take my arms that I might reach you.”
But my words like silent raindrops fell
And echoed
In the wells of silence

And the people bowed and prayed
To the neon god they made
And the sign flashed out its warning
In the words that it was forming
And the sign said, “The words of the prophets
are written on the subway walls
And tenement halls.”
And whisper’d in the sounds of silence.

Provo a fare una traduzione (anche se solitamente detesto le traduzioni) per chi ha meno familiarità con la lingua inglese. Ovviamente qualcosa si perde sempre e non tutte le parole inglesi hanno un perfetto corrispettivo italiano. Ad esempio la cosa più vicina a “creepy” è “che fa accapponare la pelle”, giro di parole che ho preferito evitare.

Traduzione:
Salve oscurità, mia vecchia amica / sono venuto a parlare nuovamente con te /perché una visione spaventosa / ha lasciato il suo seme mentre stavo dormendo / e questa visione che è stata piantata nella mia mente / rimane ancora / dentro il suono del silenzio.
In un sogno agitato camminavo da solo / in strette strade di ciottoli / Sotto la luce di un lampione / girai il colletto per proteggermi dal freddo e dall’umido / quando i miei occhi vennero pugnalati  da una luce al neon / che divise la notte / e toccò il suono del silenzio
Ed nella luce spoglia io vidi / diecimila persone, forse di più, / persone che parlavano senza dire nulla / persone che sentivano senza ascoltare /persone che scrivevano canzoni che non venivano mai cantate / e nessuno osava / disturbare il suono del silenzio
“Pazzi”, dissi io “Non sapete / che il silenzio cresce come un cancro? / ascoltate la mia voce, così che io possa insegnarvi / prendete le mie braccia così che io possa raggiungervi”, / ma le mie parole caddero come silenziose gocce di pioggia/ ed echeggiarono / nei pozzi del silenzio
E la gente si inchinava e pregava / al dio di Neon che aveva creato / e l’insegna lampeggiò un’avvertimento / sulle parole  che stava formando / e l’insegna diceva “le parole dei profeti / sono scritte sulle pareti della metropolitana / e negli atri degli edifici” / e sussurrate nel suono del silenzio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: